Lusso ancora debole in borsa, oggi pesa taglio stime Hugo Boss

venerdì 16 ottobre 2015 10:49
 

MILANO, 16 ottobre (Reuters) - Nuova seduta difficile per il lusso italiano dopo il taglio delle stime su utili e ricavi 2015 giunto ieri a mercati chiusi dalla tedesca Hugo Boss che si aggiunge alla delusione generata nei giorni scorsi dai conti trimestrali di Lvmh e Burberry.

Mentre a Francoforte il gruppo di moda cede quasi il 10%, intorno alle 10,30 TOD'S perde a Milano lo 0,9%, FERRAGAMO cede il 3,3% dopo aver chiuso ieri a -3,6%. CUCINELLI, nonostante le rassicurazioni sull'anno fornite ieri dal presidente e AD, cede l'1,1%; in leggero rialzo MONCLER e LUXOTTICA. Il mercato è nel complesso positivo (+0,8%).

A causa del rallentamento delle vendite registrato in Cina e negli Stati Uniti nel terzo trimestre, Hugo Boss ha rivisto le stime sui ricavi e sull'Ebitda di fine anno (al netto di fattori straordinari) a +3/5% a parità di cambi. In precedenza aveva indicato una crescita "mid single-digit" per il fatturato 2015 e del 5-7% per l'Ebitda.

Da quando Lvmh ha annunciato lunedì pomeriggio risultati inferiori alle attese nel settore moda e pelletteria a causa soprattutto della debolezza del mercato cinese, l'intero settore del lusso europeo è stato sotto pressione in borsa, titoli italiani compresi. Ieri è stata la volta di Burberry, che ha registrato vendite nel trimestre inferiori alle aspettative con un calo nella regione Asia e Pacifico, oggi la brutta sorpresa di Hugo Boss, nel cui capitale ci sono anche la famiglia Marzotto e l'italiana TIP.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia