Eni, nessun monito da Casa Bianca per Iran - Descalzi

mercoledì 14 ottobre 2015 16:10
 

ROMA, 14 ottobre (Reuters) - Eni non ha ricevuto alcun monito dalla Casa Bianca che nei giorni scorsi ha avvertito governi e grandi imprese di evitare un ritorno sul mercato iraniano, prima che l'embargo sia scaduto.

Lo ha detto l'Ad del gruppo petrolifero Claudio Descalzi parlando con i giornalisti a margine di una audizione alla commissioni Esteri del Senato.

"Non è arrivato nessun monito. Noi abbiamo sempre lavorato in Iran per recuperare i nostri crediti con l'autorizzazione delle autorità italiane, europee, e statunitensi", ha detto Descalzi rispondendo ad una domanda se l'avvertimento del governo Usa a evitare un ritorno accelerato delle aziende in Iran fosse arrivato anche all'azienda petrolifera italiana.

Eni ha ottenuto di poter rientrare di alcuni investimenti fatti in Iran e rimborsati in forniture di petrolio anche durante l'embargo.

Nei giorni scorsi fonti diplomatiche a Londra hanno parlato di un dispaccio dell'amministrazione di Barack Obama ad alcuni governi e major per metterle in guardia contro un troppo precoce ritorno a Teheran.

(Alberto Sisto)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Eni, nessun monito da Casa Bianca per Iran - Descalzi | Notizie | Società Estere | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    20,832.44
    -1.78%
  • FTSE Italia All-Share Index
    23,085.29
    -1.64%
  • Euronext 100
    1,026.31
    -0.17%