PUNTO 1-Veneto Banca, ritorno all'utile nel 2016, Spa a dicembre

mercoledì 14 ottobre 2015 17:09
 

(riscrive aggiungendo dichiarazioni Carrus)

di Andrea Mandalà

MONTEBELLUNA (Treviso), 14 ottobre (Reuters) - Veneto Banca alza il velo sul piano industriale che prevede un ritorno all'utile già dall'anno prossimo, ma anche un piano di esuberi per 430 unità e fissa la scaletta dei tempi che entro la prossima primavera porterà la popolare di Montebelluna, in ordine, a trasformarsi in Spa, quotarsi in borsa e rafforzare il capitale con un aumento da un miliardo.

Il piano è stand-alone ma la banca ribadisce di valutare anche eventuali aggregazioni con una quotata anche se per i tempi è probabile che si debba aspettare dopo la conclusione della ricapitalizzazione.

L'appuntamento più vicino è quello della Spa, la cui assemblea è prevista per il 5 dicembre, proiettando Veneto Banca quale seconda grande popolare ad abbandondare il voto capitario dopo Ubi.

Il passaggio in borsa è atteso per la seconda metà di gennaio, mentre l'aumento di capitale, pre-garantito da Banca Imi, è in agenda ad aprile.

"Siamo stati proiettati in poco tempo da Montebelluna a Francoforte senza passare per strade intermedie. Abbiamo avuto la necessità di diventare adulti molto presto e per questo bisogna pagare qualche dazio", ha detto Cristiano Carrus, DG e da ieri anche AD dell'istituto.

Il manager ha sottolineato che la quotazione è il requisito fondamentale per l'aumento di capitale che rappresenta l'elemento centrale del piano e servirà a creare un buffer di sicurezza rispetto ai nuovi target patrimoniali post-Srep.

"Da soli senza quel miliardo di euro non stiamo in piedi", ha detto Carrus aggiungendo che "Banca Imi ci informa che c'è forte richiesta per entrare in Veneto Banca con l'aumento di capitale".   Continua...