BORSA USA poco mossa, pesa dato import Cina, vola Molson Coors

martedì 13 ottobre 2015 16:28
 

NEW YORK, 13 ottobre (Reuters) - Gli indici di Wall Street procedono attorno alla parità, con una tendenza al ribasso, dopo che un'indicazione deludente sull'andamento del commercio in Cina ha rafforzato i timori sul rallentamento dell'economia globale.

A settembre le importazioni di Pechino sono crollate del 20%, ulteriore segnale di frenata del colosso asiatico.

La discesa dei prezzi del greggio mette sotto pressione le società petrolifere.

Johnson & Johnson cede quasi un punto percentuale dopo aver chiuso il terzo trimestre con vendite deboli.

Il produttore di birra Molson Coors al galoppo (+11% circa) dopo che SabMiller ha accettato l'offerta d'acquisto da circa 106 miliardi di dollari presentata da AB InBev; come conseguenza del deal, infatti, la quota del 58% di SabMiller nella joint venture Usa con Molson Coors dovrebbe finire sul mercato.

Brillante Twitter (oltre +5%) sull'annuncio che i ricavi del terzo trimestre saranno pari o superiori alla parte alta del range di previsioni. La società, inoltre, ha comunicato il taglio dell'8% della forza lavoro.

Tra gli altri titoli in evidenza, cade JetBlue (-7% circa) dopo che JP Morgan ne ha tagliato il rating.

Wausau Paper vola (+38% circa) dopo che la svedese SCA ne ha annunciato l'acquisizione per 513 milioni di dollari in contanti.

Attorno alle 16,25 italiane, il Dow Jones perde lo 0,04% e l'indice S&P 500 arretra dello 0,06%, mentre il Nasdaq sale dello 0,07%.   Continua...