Buyout, per Conbipel mandato a Rothschild da Oaktree - fonti

lunedì 12 ottobre 2015 16:48
 

MILANO, 12 ottobre (Reuters) - L'operatore di private equity Oaktree ha affidato a Rothschild un mandato a vendere il 100% di Conbipel.

E' quanto dicono due fonti vicine alla situazione, confermando quanto anticipato dal Sole 24 Ore sabato scorso.

Passata attraverso la crisi dei consumi e una recente rinegozazione del debito con le banche, la catena di negozi di abbigliamento dal 2007 si trova nel portafoglio di Oaktree Capital Management, colosso finanziario Usa che, per quanto riguarda i buyout, è specializzato nei turnaround.

All'epoca dell'acquisizione, spiegava tempo fa una fonte, "Conbipel soffriva di una carenza di management e di organizzazione" con conseguente performance inferiore al potenziale. Successivamente il tracollo dei consumi ha messo in grande difficoltà l'azienda di Cocconato D'Asti e costretto l'azionista di controllo Oaktree a mettere in campo interventi drastici e a ripensare la strategia.

"Grazie alla ripresa del mercato, al rinnovamento del management e al nuovo formato", dice un'altra fonte, Conbipel è uscita dal tunnel. E ora l'operatore di private equity può pensare all'exit.

Il 2014 è andato in archivio con ricavi pari a 223 milioni e un Ebitda di circa 20 milioni, ma, secondo una delle fonti, "quest'anno l'Ebitda dovrebbe salire a 27-28 milioni".

I tempi del deal non sono stretti: una fonte parla di "progetto con traguardo a metà dell'anno prossimo".

Il dossier Conbipel, ha scritto il Sole 24Ore nei giorni scorsi, interessa ai grandi fondi internazionali, in particolare quelli specializzati nel retail, e a gruppi industriali esteri. Il quotidiano ha avanzato anche i nomi di Piazza Italia e di Ovs .

Esperti del settore ricordano che BC Partners, operatore di private equity che ben conosce il retail, controlla, attraverso Cie Managemenet II Limited, tuttora il 52,117% del capitale di Ovs.   Continua...