BORSE ASIA-PACIFICO ampliano rally ottobre, dollaro giù

lunedì 12 ottobre 2015 08:58
 

INDICE                        ORE  8,34    VAR %    CHIUS. 2014
 ASIA-PAC.                     426,87       0,62     467,23
 TOKYO                         18.438,67    1,64     17.450,77
 HONG KONG                     22.627,14    0,75     23.605,04
 SINGAPORE                     3.021,81     0,78     3.365,15
 TAIWAN                        8.573,72     1,51     9.307,26
 SEUL                          2.021,63     0,10     1.915,59
 SHANGHAI COMP                 3.288,14     3,30     3.234,68
 SYDNEY                        5.232,90     -0,89    5.411,02
 MUMBAI                        27.062,86    -0,06    27.499,42
 
12 ottobre (Reuters) - Le borse dell'area Asia-Pacifico sono in rialzo oggi,
prolungando il rally dei giorni scorsi, mentre gli investitori sono a caccia di
buoni affari nel comparto industriale e in quello delle materie prime, grazie a
un rimbalzo delle commodity. Il dollaro invece perde terreno, mentre sembra
allontanarsi per il momento l'aumento dei tassi d'interesse negli Stati Uniti.
    L'indice MSCI, che non comprende Tokyo (oggi chiusa), alle
8,34 sale dello 0,62% a 426,87 punti. La scorsa settimana l'indice ha guadagnato
quasi il 7%
    La Borsa di SHANGHAI oggi è in rialzo di oltre il 3,3%, il livello
più alto da sette settimane, dopo che la banca centrale cinese ha assunto nuove
misure per iniettare liquidità nell'economia e ha annunciato che la correzione
del mercato azionario "è quasi finita".
    "Qualsiasi segnale di stimolo è colto dal mercato come una cartina tornasole
di stabilizzazione e c'è un po' una caccia agli affari, soprattutto nei settori
che hanno perso parecchio, legata alle commodity", dice Nicholas Yeo, capo del
settore equity per Cina e Hong Kong alla Aberdeen Asset Management.
    Mentre Pechino si è astenuta in generale dal lancio di ampi pacchetti di
stimolo per dare forza a una crescita lenta, nelle ultime settimane ha
distillato una serie di misure per sostenere vari settori, dall'immobiliare
all'auto, placando i timori degli investitori e provocando un rally delle
aziende cinese quotate a HONG KONG.
    Oggi intanto la borsa dell'ex colonia britannica segna +0,9% circa (Prada
 +0,3%).
    SYDNEY ha chiuso invece in controtendenza, con un calo dello 0,9%,
soprattutto a causa delle prese di profitto dopo il rally di cinque sessioni
consecutive (la scorsa settimana la borsa australiana ha guadagnato
complessivamente il 4,5%, migliore performance settimanale in 4 anni)
    TAIWAN ha chiuso con un guadagno dell'1,5% sull'onda dei risultati
globali. Da segnalare le performance delle aziende che producono per conto di
Apple: in particolare, Pegatron ha guadagnato oltre il 6% sulla
speranza che la richiesta di gadget Apple aumenti le vendite.
        
    
Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su
www.twitter.com/reuters_italia