Palenzona, perquisizioni uffici hanno avuto esito negativo -legale

giovedì 8 ottobre 2015 18:09
 

MILANO, 8 ottobre (Reuters) - Le perquisizioni che sono state effettuate oggi negli uffici di Fabrizio Palenzona, vice presidente di UniCredit, hanno dato esito negativo.

Lo riferisce in una nota il legale di Palenzona Massimo Dinoia che si dice "certo che questo spiacevole episodio verrà chiuso in tempi brevi".

"Il dottor Palenzona neppure conosce la persona che sarebbe stata, secondo gli inquirenti, da lui favorita. Ovviamente le perquisizioni hanno avuto esito totalmente negativo: nulla è stato trovato perché nulla poteva essere trovato, perché non c'era e non c'è proprio nulla", si legge nella nota.

Oggi alcuni siti web di quotidiani hanno scritto che Palenzona sarebbe indagato dalla Direzione distrettuale antimafia di Firenze con l'accusa di reati finanziari aggravati dall'articolo 7, che riguarda il favoreggiamento a Cosa Nostra. Secondo i quotidiani sarebbero indagati anche alcuni funzionari UniCredit oltre a imprenditori. L'inchiesta nasce dalle attività imprenditoriali di Andrea Bulgarella, accusato di reimpiego di beni e favoreggiamento a Cosa Nostra, ritenute sospette dagli investigatori.

"Il dottor Palenzona ritiene profondamente ingiusto che debbano essere sottoposti a perquisizione l'ufficio e l'abitazione di un qualsiasi cittadino per ipotesi di reato assolutamente infondate. Altrettanto ingiusto è poi che la notizia di queste perquisizioni sia giunta alla stampa addirittura prima che le perquisizioni stesse fossero terminate", prosegue Dinoia.

Anche UniCredit, preso atto delle notizie stampa di questo pomeriggio, si ritiene certa che verrà dimostrata l'estraneità dei suoi esponenti ai fatti contestati.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia