Rcs, fonti riferiscono tensioni tra AD e Cda, possibile uscita Jovane

mercoledì 7 ottobre 2015 16:27
 

MILANO, 7 ottobre (Reuters) - Le tensioni tra l'AD di Rcs Pietro Scott Jovane e i consiglieri del gruppo non si sono attenuate dopo l'accordo per la vendita di Rcs Libri a Mondadori, anzi, e anche alcuni soci importanti hanno iniziato a mostrare insofferenza tanto da rendere sempre più difficile una permanenza del manager alla guida del gruppo.

E' quanto dicono diverse fonti mentre si infittiscono le voci di una sua uscita a breve, evento che molti considerano "verosimile".

Non è stato possibile avere un commento da Rcs.

"La conduzione dell'operazione Mondadori non è stata soddisfacente", dice una fonte vicina a un azionista.

Già ad agosto alcune fonti avevano riferito di profonde divergenze in consiglio, in particolare tra l'AD e il neopresidente Maurizio Costa.

(Claudia Cristoferi)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia