Japan Post definisce forchette di prezzo, punta su retail

mercoledì 7 ottobre 2015 16:11
 

TOKYO, 7 ottobre (Reuters) - Japan Post ha definito la forchetta di prezzo indicativa per la terna di Ipo che punta a raccogliere sul mercato fino a 11,6 miliardi di dollari, in quella che sarà la più grande privatizzazione nel paese degli ultimi trent'anni.

Lo sbarco in Borsa di Japan Post Holdings e delle due divisioni finanziarie - il business assicurativo e quello bancario - è atteso per il 4 novembre. I nuovi range di prezzo annunciati oggi contengono al loro interno le valutazioni indicative date il mese scorso.

Tokyo offrirà circa il 10% di ciascuna società, facendo leva sull'interesse degli ivestitori retail, anche quelli normalmente distanti dalla finanza.

"Questo sarà un asset basilare per i portafogli di lungo termine", spiega Gavin Parry, managing director di Parry International Trading a Hong Kong. "Non è un'operazione classica, ma è la maggiore Ipo di questo secolo in Giappone e tutti vogliono partecipare".

Circa l'80% delle azioni offerte sono riservate agli investitori domestici, e la quasi totalità di queste andranno agli investitori retail. Secondo i broker , l'interesse è forte al di là del prezzo.

Il bookbuilding per l'offerta di Japan Post Holdings, la maggiore Ipo delle tre, parte l'8 ottobre e si conclude il 23, mentre il prezzo verrà comunicato il 26 ottobre. Il range di prezzo indicativo è stato fissato a 1.100-1.400 yen per azione, mentre il prezzo indicativo iniziale era stato annunciato a 1.350 yen, che valorizzava la società a circa 50 miliardi di dollari.

Japan Post Bank ha stabilito una forchetta di 1.250-1.450 yen per azione, che potrebbe attribuire alla società un valore fino a 54 miliardi di dollari.

Japan Post Insurance ha stabilito un range di 1.900-2.200 yen, valutando la società potenzialmente fino a 10,8 miliardi di dollari.

Per le due divisioni finanziarie il bookbuilding va dall'8 al 16 ottobre, con la fissazione del prezzo il 19 ottobre.   Continua...