Tar-Popolari, tutti i ricorrenti tranne soci Ubi rinunciano a sospensiva

mercoledì 7 ottobre 2015 11:58
 

ROMA, 7 ottobre (Reuters) - Tutti gli attori dei ricorsi contro il decreto di riforma delle banche popolari, tranne alcuni soci di Ubi Banca, hanno chiesto ai giudici di andare direttamente al giudizio di merito il 10 febbraio, rinunciando quindi a chiedere il provvedimento di sospensiva.

Lo hanno riferito a Reuters tre fonti legali a diretta consocenza della vicenda. In particolare due gruppi di ricorrenti hanno deciso di rinunciare alla sospensiva sulla questione di Costituzionalità.

I legali dei soci di Ubi invece, hanno detto le fonti, chiedono che già nell'udienza odierna i giudici amministrativi si pronuncino sulla questione legata al regolamento di Banca d'Italia per quanto riguarda la costituzione di una holding controllata da soci in forma cooperativa.

(Valentina Consiglio)

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia