Air France, management fugge da dipendenti infuriati per maxi tagli

lunedì 5 ottobre 2015 16:11
 

ROISSY, 5 ottobre (Reuters) - I manager di Air France oggi sono fuggiti da una riunione dove si discuteva di tagli di massa al personale della compagnia aerea, dopo che i dipendenti infuriati hanno fatto irruzione nella stanza agitando cartelloni e bandiere.

Lo hanno riferito i giornalisti Reuters presenti sul posto.

Il responsabile delle risorse umane e delle relazioni con i dipendenti Xavier Broseta ha lasciato la sala riunioni a torso nudo dopo che alcuni lavoratori gli hanno strappato la camicia.

Broseta e l'AD di Air France Frederic Gagey avevano illustrato un drastico piano di riduzione dei costi, definito dalla compagnia un "Piano B" dopo il tentativo naufragato di trovare un accordo con i piloti su uno meno radicale nel corso di quest'anno.

Il principale sindacato di settore ha condannato l'attacco a Borseta definendolo un "comportamento sorpassato".

L'AD Gagey aveva già lasciato la stanza prima che l'incontro vicino all'aeroporto di Charles de Gaulle, a nord di Parigi, fosse interrotto un'ora dopo l'inizio.

Air France-KLM ha dichiarato che intraprenderà un'azione legale contro la "grave violenza" perpetrata contro i propri dirigenti.

Air France ha confermato oggi la riduzione del personale di 2.900 unità entro il 2017 e la cessione di 14 velivoli dalla sua flotta a lungo raggio.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia