Grecia, banche hanno bisogno di ricapitalizzazione 10-14 mld - fonte

venerdì 10 luglio 2015 17:36
 

ATENE, 10 luglio (Reuters) - Le banche greche avranno bisogno di capitali freschi per 10-14 miliardi di euro per restare a galla anche dopo l'accordo fra Atene e i creditori.

Inoltre, secondo quanto riferito da una fonte bancaria senior greca, gli istituti avranno necessità di più tempo per riaprire i battenti dopo l'accordo.

Dopo due settimane di chiusura, le banche greche dovrebbero tornare attive martedì prossimo. Secondo il banker, le filiali dovrebbero essere pienamente operative entro la fine della prossima settimana.

"La liquidità è garantita al limite di prelievi per 60 euro al giorno fino a lunedì notte", ha spiegato il banchiere. "C'è una riserva di liquidità di circa 750 milioni di euro".

National Bank, Piraeus, Eurobank e Alpha, che rappresentano circa il 95% dell'industria, avranno probabilmente bisogno di una ricapitalizzazione e non ritorneranno ad una parvenza di normalità per mesi.

Secondo il banchiere, la ricapitalizzazione è stimata in circa 10-14 miliardi di euro. "Data l'entità dello choc che abbiamo attraversato, i regolatori dovranno valutare la situazione e l'impatto sulle sofferenze. Uno stress test a settembre dovrebbe consentire di tornare alla normalità".

Atene cercherà di raccogliere nuovi capitali da investitori privati, ma se la strada non fosse percorribile dovrebbe cercare un'iniezione di liquidità dallo strumento di ricapitalizzazione diretta europea, una nuova linea di credito che sinora non è stata utilizzata.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia