PUNTO 2-Lodo Mondadori, Fininvest dovrà a Cir danno non patrimoniale di soli 246.000 euro

venerdì 10 luglio 2015 18:06
 

(Aggiunge nota Cir)

MILANO, 10 luglio (Reuters) - Il tribunale di Milano ha condannato Fininvest al risarcimento del danno non patrimoniale in favore di Cir a seguito del cosiddetto Lodo Mondadori per complessivi 246.000 euro, a fronte di richieste da parte di Carlo De Benedetti di 32 milioni di euro più interessi, valutati nell'ordine di 60 milioni.

Lo si legge nella sentenza, emessa oggi dalla decima sezione civile del tribunale di Milano.

Cir ha annunciato di riservarsi il diritto di ricorrere in appello, mentre Fininvest sottolinea che tutto il procedimento si regge su una "totale infondatezza delle pretese".

La causa civile era stata avviata da Cir a dicembre 2013 dopo la condanna di Fininvest in Cassazione a risarcire la società con circa 494 milioni di euro in seguito alla cosiddetta "guerra di Segrate", che portò Silvio Berlusconi a controllare Mondadori.

Secondo i giudici, dalla responsabilità penale di Cesare Previti nella corruzione del giudice Vittorio Metta - estensore di una sentenza della corte d'Appello civile di Roma che nel 1991 ribaltò il precedente lodo arbitrale favorevole a Carlo De Benedetti - discende la responsabilità civile di Fininvest nel procedimento risarcitorio a favore di Cir.

In quell'occasione la Cassazione aveva anche accertato il diritto di Cir al risarcimento del danno non patrimoniale e ne aveva rinviato la liquidazione ad un apposito nuovo giudizio civile.

"Cir e i propri legali giudicano (il risarcimento) largamente inadeguato rispetto al gravissimo illecito subito e all'entità delle conseguenze pregiudizievoli che ne sono derivate a carico della vittima", si legge in una nota Cir, ricordando che "il giudice ha inoltre respinto la domanda riconvenzionale proposta da Fininvest contro Cir" e che comunque la "società si riserva di ricorrere in appello".

Di tutt'altro tenore il commento di Marina Berlusconi, presidente di Fininvest.   Continua...