Lu-ve in rialzo al debutto, guarda ad acquisizioni, payout al 30-40%

giovedì 9 luglio 2015 10:18
 

MILANO, 9 luglio (Reuters) - Lu-Ve in rialzo al suo debutto sull'Aim, il mercato di Borsa Italiana dedicato alle Pmi cui è giunta attraverso una Spac che le ha portato in dote 50 milioni di euro.

"Questa operazione accelera tutti i processi in corso di quattro o cinque anni, il tempo necessario per accumulare 50 milioni di free cash flow", ha detto il presidente di Lu-Ve Iginio Liberali, che con la famiglia Faggioli controlla l'azienda lombarda attiva nella produzione di impianti per la refrigerazione e il condizionamento.

Il figlio Matteo, AD, spiega: "Avevamo investimenti in programma spalmanti in un orizzonte temporale di cinque anni, ora possiamo accelerare e guardare a opportunità di acquisizioni di dimensioni più importanti, anche se è difficile che accada qualcosa entro la fine dell'anno. Guardiamo alle aree geografiche in cui siamo meno presenti, come Asia-Pacifico e America. Abbiamo già un progetto di raddoppiare il nostro impianto in Cina".

"Inizia oggi una storia nuova dell'azienda che si assume nuovi obbligi e che accanto al denaro paziente della famiglia dovrà tenere conto del denaro esigente degli investitori", ha detto ancora il presidente alla cerimonia di debutto in Borsa sottolineando con orgoglio che, "come non capita sempre", le nuove generazioni delle due famiglie fondatrici hanno deciso di proseguire il lavoro e la passione dei padri.

La dividend policy, ha aggiungto a margine Matteo Liberali, punta alla distribuzione del 30-40% dell'utile netto.

Dopo un rialzo iniziale del 5,6% Lu-Ve sale intorno alle 10 del 2,85% a 11,2 euro in un mercato tonico (+1% circa il FTSE Allshare. Il flottante della società è pari al 24,46%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia