Grecia, controlli capitali devono rimanere fino a bailout - Weidmann

giovedì 9 luglio 2015 09:28
 

FRANCOFORTE, 9 luglio (Reuters) - I controlli sui capitali in Grecia devono rimanere attivi fino a che un nuovo programma di bailout per il paese non sarà stato concordato.

Lo dice il governatore della Bundesbank Jens Weidmann, aggiungendo che la Bce non dovrebbe più fornire liquidità per il sostegno degli istituti del paese.

Intervenendo a Francoforte, Weidmann ha affermato che sta ai partner della zona euro e non alla Bce risolvere il problema della Grecia.

"L'Eurosistema non dovrebbe incrementare la liquidità netta fornita, e occorre che i controlli di capitale rimangano in vigore finché non verrà concordato un appropriato piano di sostegno.... e la solvibilità sia del governo sia del sistema bancario greco sia stata assicurata", ha detto il numero uno della banca centrale tedesca e membro del board Bce.

"Le banche centrali devono mostrare dove si trova il loro limite d'azione", ha proseguito. "Occorre che sia del tutto chiaro che la responsabilità per ulteriori sviluppi in Grecia è del governo greco e dei paesi che gli forniscono assistenza, non del direttivo della Bce".

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia