Grecia, pacchetto riforme vale 12 miliardi di euro - stampa

giovedì 9 luglio 2015 09:09
 

ATENE, 9 luglio (Reuters) - La Grecia sta pianificano un pacchetto di riforme dal valore di 12 miliardi di euro in due anni, più di quanto in precedenza previsto, per evitare un ritorno della recessione dopo mesi di difficili negoziati con i creditori.

Lo scrive il quotidiano Kathimerini, precisando che invece di una crescita dello 0,5% quest'anno, mesi di incertezza e quasi due settimane di controllo dei capitali significano "che ci sono stime di una recessione di circa il 3%".

"Si stima che le misure di 8 miliardi di euro che la Grecia ha presentato per il 2015 e 2016 dovranno essere incrementate di due miliardi all'anno, raggiungendo un totale di 12 miliardi in due anni", scrive Kathimerini.

La Grecia lo scorso anno è uscita da una profonda recessione che ha ridotto il suo Pil di un quarto in sei anni.

Il governo del primo ministro Alexis Tsipras ha tempo fino a domani per presentare una nuova proposta di accordo ai suoi partner europei che, se soddisfatti, dovrebbero approvarlo domenica. In caso contrario, la Grecia rischia l'uscita dalla zona euro.

Un altro quotidiano, Naftemporiki, entra nei dettagli di quella che definisce una proposta per alzare le tasse: un aumento di quelle per le imprese al 28% dal 26%; un aumento dell'Iva sui beni di lusso al 13% dal 10% e su cibo, ristoranti, trasporti e alcuni servizi sanitari del settore privato al 23% dal 13%; sugli hotel al 13% dal 6,5%.

Il giornale aggiunge che le isole continuerebbero a godere delle agevolazioni fiscali che i creditori hanno cercato di eliminare. Naftemporiki scrive che l'intero pacchetto varrebbe dai 10 a 12 miliardi di euro.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia