CORRETTO-Berlusconi condannato a Napoli per presunta compravendita senatori

giovedì 9 luglio 2015 11:27
 

(Corregge data caduta governo Prodi in pezzo di ieri sera)

NAPOLI, 8 luglio (Reuters) - L'ex premier Silvio Berlusconi oggi è stato condannato in primo grado a Napoli a tre anni di reclusione e cinque di interdizione dai pubblici uffici per la presunta compravendita di senatori avvenuta nel 2007.

Come Berlusconi è stato condannato per corruzione a tre anni di carcere l'ex direttore dell'Avanti Valter Lavitola.

"Questa sentenza non potrà diventare definitiva in quanto il 6 novembre matureranno i termini di prescrizione per Silvio Berlusconi", ha commentato dopo la lettura della sentenza, arrivata al termine di una camera di consiglio durata oltre sei ore, uno degli avvocati dell'ex premier, Niccolò Ghedini.

Secondo l'accusa, nel 2008 Berlusconi sarebbe riuscito a far cadere il governo allora presieduto da Romano Prodi comprando i voti di alcuni senatori, in particolare di Sergio De Gregorio, eletto con l'Idv poi passato al centrodestra.

In questo stesso processo, De Gregorio ha patteggiato una condanna a un anno e otto mesi.

Nel corso delle udienze sono stati ascoltati vari testi tra cui lo stesso Prodi, l'ex ministro della Giustizia Anna Finocchiaro, il forzista Denis Verdini e l'ex premier Lamberto Dini.

Secondo il collegio difensivo di Berlusconi, composto oltre che da Ghedini dagli avvocati Michele Cerabona, Bruno Larosa e Franco Coppi, "tutti i testimoni e tutte le prove documentali hanno dimostrato la totale inconsistenza dell'assunto accusatorio".

Il mese scorso la procura di Milano ha notificato l'avviso di chiusura indagini a carico di Berlusconi e di altri 33 indagati nell'ambito dell'inchiesta cosiddetta Ruby ter sul presunto condizionamento di testimoni in altre due inchieste, un atto che normalmente precede la presentazione delle richieste di rinvio a giudizio degli indagati.   Continua...