BORSE ASIA-PACIFICO-Indici deboli per perdite azionario Cina, attese su Grecia

martedì 7 luglio 2015 08:38
 

INDICE                      ORE  8,30    VAR %   CHIUS. 2014
 ASIA-PAC.                   462,89       -0,16   467,23
 TOKYO                       20.376,59    1,31    17.450,77
 HONG KONG                   25.153,62    -0,33   23.605,04
 SINGAPORE                   3.341,21     0,25    3.365,15
 TAIWAN                      9.250,16     -0,06   9.307,26
 SEUL                        2.040,29     -0,66   1.915,59
 SHANGHAI COMP               3.738,20     -1,00   3.234,68
 SYDNEY                      5.581,40     1,94    5.411,02
 MUMBAI                      28.272,21    0,22    27.499,42
 
    7 luglio (Reuters) - La maggior parte delle borse dell'area
Asia-Pacifico ha perso vigore risentendo del forte calo del
mercato cinese e dell'incertezza sul futuro della Grecia.
    Le azioni cinesi hanno perso oltre il 5% nella prima parte
della giornata, recuperando poi nel corso della seduta, malgrado
il tentativo dello scorso fine settimana di stabilizzare un
mercato in caduta, con l'indice CSI 300 vicino ai
minimi da quattro mesi.
    Alle 8,30 ora italiana l'indice regionale dell'Asia-Pacifico
MSCI, che non comprende Tokyo, perde il 0,17%.
L'indice giapponese Nikkei ha chiuso la seduta in rialzo
dell'1,4% rimbalzando dai minimi di ieri.
    Anche l'indice generale di SHANGHAI ha annullato i
guadagni della vigilia, arrivando a perdere oltre il 3% e
vendite pesanti hanno interessato tech e small cap.
    Debole anche la Borsa di Hong Kong, in calo dello
0,6% sopra i minimi di seduta, con Prada che perde
oltre 1,3%.
    In controtendenza la Borsa australiana che ha finito
la seduta in rialzo appena sotto il 2%, mentre il mercato
azionario della Corea del Sud ha chiuso in calo dello 0,7% al
minimo da tre settimane.
    Poco sopra la parità SINGAPORE e MUMBAI.
    
    
    Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia