BORSA USA limita perdite ma pesano ancora timori su Grecia

lunedì 6 luglio 2015 17:15
 

NEW YORK, 6 luglio (Reuters) - Gli indici di Wall Street provano ad annullare le inziali perdite ma restano deboli dopo che il Fondo monetario internazionale ha detto di essere pronto ad aiutare la Grecia se gli sarà chiesto.

Dopo il referendum greco che ha respinto le condizioni per il salvataggio proposte dai creditori i mercati azionari globali sono scesi, ma gli analisti sottolineano che la reazione è stata più contenuta rispetto alle iniziali previsioni per via dell'atteso intervento della Bce.

Il governing council della Banca centrale europea discuterà di liquidità d'emergenza alle banche greche in una conference call oggi nel tardo pomeriggio.

La conference call doveva tenersi in origine a mezzogiorno, ma è stata rinviata. E' necessario trovare un accordo su un nuovo pacchetto di aiuti affinchè la Grecia possa rispettare la scadenza del 20 luglio per ripagare 3,9 miliardi di dollari di bond alla Bce.

Il presidente francese François Hollande e la cancelliera tedesca Angela Merkel si incontreranno oggi.

Dopo l'esito del referendum il ministro delle Finanze greco Yanis Varoufakis ha annunciato stamani le sue dimissioni e il premier Alexis Tsipras ha detto di essere pronto a ritornare ai negoziati con i creditori.

"Credo che quello a cui stiamo assistendo oggi è che le iniziali preoccupazioni erano esagerate" commenta Adam Sarhan, Ceo di Sarhan Capital a New York.

"La freddezza sta prevalendo e ora Tsipras può andare dai creditori e avere dei colloqui significativi. Aiuta anche il fatto che il ministro delle Finanze greco si sia dimesso perchè i negoziati possono avere una andamento che dipende molto da fattori di personalità".

Attorno alle 17,00 italiane, il Dow Jones cede lo 0,24% così come l'indice S&P 500 e il Nasdaq perde lo 0,18% dopo un breve recupero in terreno positivo,   Continua...