Grecia, vittoria 'No' allarga divario da resto zona euro-Dombrovskis

lunedì 6 luglio 2015 13:03
 

BRUXELLES, 6 luglio (Reuters) - La vittoria del 'No' nel referendum di ieri in Grecia allarga il divario esistente tra Atene e gli altri paesi della zona euro, secondo il vice presidente della Commissione Ue Vladis Dombrovskis, che non chiude la porta a una ripresa della trattativa ma vede sviluppi difficili nella crisi.

"La Commissione europea prede atto del risultato del referendum di ieri in Grecia. Rispettiamo la scelta democratica del popolo greco. Ma la vittoria del 'No' sfortunatamente allarga il divario tra la Grecia e gli altri paesi della zona euro. Non c'è una facile via d'uscita dalla crisi. Troppo tempo e troppe opportunità sono state perse" ha affermato Dombrovskis nella conferenza stampa quotidiana della Commissione.

"La Commissione è pronta a continuare il suo lavoro con la Grecia ma, per chiarire, la Commissione non può negoziare un nuovo programma senza un mandato dall'Eurogruppo" ha sottolineato Dombrovskis, che accusa il governo greco di non essere stato in grado di sfruttare l'estensione del programma di bailout del paese "per produrre una strategia credibile per uscire dalla crisi, riguadagnare stabilità finanziaria e tornare alla crescita economica".

"L'Europa è stata al fianco del popolo greco lungo la crisi. I contribuenti europei hanno offerto un'assistenza finanziaria senza precedenti. Dal 2010 sono stati versati 184 miliardi di euro".

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia