Fiat Chrysler, su richiami Usa pagheremo le conseguenze - Marchionne

venerdì 3 luglio 2015 19:58
 

TORINO, 3 luglio (Reuters) - Fiat Chrysler prenderà tutte le misure necessarie per adeguarsi alle regole in tema di gestione dei richiami negli Usa e ne pagherà le conseguenze.

Lo ha detto l'AD Sergio Marchionne ribadendo la posizione già espressa ieri dal gruppo in occasione di un'audizione durante la quale il regolatore del mercato dell'auto Usa, National Highway Traffic Safety Administration, aveva detto di nutrire serie preoccupazioni sulle mancanze da parte di Fiat Chrysler nell'avvertire i proprietari di autoveicoli e i funzionari governativi dei richiami.

"Prenderemo tutte le misure necessarie per portare l'azienda ad adeguarsi alle regole nuove. Ne pagheremo tutte le conseguenze, la vita continua", ha detto Marchionne senza dare una stima sui costi dell'operazione.

Già ieri Fiat Chrysler aveva riconosciuto gli errori compiuti sulla gestione dei richiami dicendo di star lavorando per migliorare le procedure e stabilire le relative 'best practices'.

A chi gli chiedeva se la situazione dei recall insieme alle difficoltà del mercato brasiliano cambino gli obiettivi del gruppo per il 2015 Marchionne ha risposto: "No, non cambiamo i target".

(Gianni Montani)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia