PUNTO 2-Whirlpool, siglato accordo, nessun licenziamento né chiusure

giovedì 2 luglio 2015 16:17
 

(Aggiunge commento Renzi)

ROMA, 2 luglio (Reuters) - Whirlpool e sindacati hanno siglato oggi pomeriggio al ministero dello Sviluppo una ipotesi di accordo che prevede nessun licenziamento e nessun sito italiano chiuso.

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi è soddisfatto dell'intesa e sottolinea il ruolo di mediazione del governo: "Lo avevamo promesso ai lavoratori Whirlpool. Nessuna chiusura, nessun licenziamento", ha twittato.

Secondo la Uilm, la Whirlpool assume "l'impegno formale a non licenziare per tutta la durata del piano industriale, vale a dire fino al 2018, ritira la dichiarazione di oltre duemila esuberi, investirà più di 500 milioni di euro, adopererà ammortizzatori sociali conservativi, quali la cassa integrazione e i contratti di solidarietà, e aprirà percorsi di uscita incentivata volontaria o finalizzata alla pensione".

Gli incentivi all'esodo "potranno arrivare in Campania fino ad 85.000 euro e nel resto d'Italia fino a 50.000. A Caserta sarà costituito il polo europeo di ricambi e accessori, in cui troveranno occupazione 320 persone, mentre il restante organico sarà trasferito fra Napoli e Varese o potrà accedere ai percorsi di uscita incentivata; il magazzino di None, invece, sarà ceduto in continuità alla società piemontese Mole".

La Fim Cisl aggiunge che "entro ottobre inizierà la fase di consultazione sindacale e la fusione dei due gruppi [con Indesit] si prevede di completarla entro metà 2016. Il piano prevede: missioni industriali per tutti i siti, attraverso l'insourcing di attività; la crescita di 650.000 pezzi dei volumi prodotti in Italia; l'incremento verso il 70% della saturazione produttiva di tutti i siti; 513,5 milioni di investimenti; il 75% di tutti gli investimenti su R&S di tutta l'area Emea concentrati in Italia".

La Fiom Cgil dice che "a partire da venerdì 3 luglio si svolgeranno le assemblee in tutte le sedi e gli stabilimenti che si concluderanno entro venerdì 10 luglio; successivamente, nelle giornate di lunedì 13 e martedì 14 luglio, si svolgerà in tutto il gruppo il referendum sulla ipotesi di intesa raggiunta".

La scorsa settimana la Whirlpool aveva presentato ai sindacati un nuovo piano industriale che ha portato alla positiva conclusione di oggi.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia