PUNTO 1-Telecom, JP Morgan al 7% dopo Total return swap Telefonica su quota convertendo

giovedì 2 luglio 2015 16:14
 

(Riscrive aggiungendo contesto)

MILANO, 2 luglio (Reuters) - Telefonica ha sottoscritto un total return equity swap con JP Morgan sulla sua quota in Telecom Italia al servizio del suo prestito obbligatoriamente convertibile in azioni Telecom emesso un anno fa.

Lo si desume dalle partecipazioni rilevanti Consob, che confermano quanto annunciato dal gruppo spagnolo.

JP Morgan ha comunicato il possesso al 24 giugno di 6,997% di Telecom in indiretta proprietà prestatore e prestatario (di cui 0,962% senza diritto di voto).

Nella stessa data, Telefonica ha stipulato uno swap da cui deriva una partecipazione potenziale in Telecom, segnalata oggi.

Il contratto stipulato con JP Morgan prevede che il 19 luglio 2017 la compagnia spagnola possa acquistare azioni Telecom tra il 5,395% e 6,474% del capitale per regolare il prestito convertendo in scadenza nel luglio 2017.

Telefonica il 24 giugno aveva annunciato la cessione del suo 6,5% residuo a un'istituzione finanziaria per 1,025 miliardi di euro, dopo il passaggio dell'8,3% a Vivendi per effetto dell'operazione sulla brasiliana GVT.

In questo modo il gruppo spagnolo azzerava la quota in Telecom Italia, come richiesto dall'autorità antitrust brasiliana Cade.

Telefonica a luglio 2014, sempre per assecondare le richieste dell'antitrust, ha emesso un bond da 750 milioni si euro obbligatoriamente convertibile in azioni Telecom Italia che scade il 24 luglio 2017.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia