Monetario, brevissimo stabile vicino a -0,20% dopo scavalco semestre

venerdì 3 luglio 2015 12:35
 

MILANO, 3 luglio (Reuters) - Archiviato lo scavalco del semestre il monetario si riassesta su tassi a brevissimo ampiamente negativi, vicini al limite inferiore di -0,20% della 'deposit facility', con l'enorme eccesso di liquidità che protegge il mercato dalle tensioni legate alla crisi greca.

Attorno alle ore 12,20 su General Collateral Italia l'overnight scambia a -0,175%, il tom/next a -0,160% e lo spot/next a -0,170%.

Lunedì e martedì scorso tom/next e overnight, che lavoravano sullo scavalco, hanno toccato massimi in territorio positivo, a quota 0,06%. L'Eonia relativo al 30 giugno, ultimo giorno del semestre, è stato comunque fissato in negativo a -0,06%.

"Le tensioni dei giorni scorsi si dimostrano quasi esclusivamente legate al roll di fine semestre" afferma un tesoriere da Milano, che indica un eccesso di liquidità nel sistema di circa 400 miliardi di euro, cui si affianca peraltro un benchmark ampiamente negativo.

LIQUIDITÀ PROTEGGE MERCATO DA TENSIONI GRECIA

Domenica i Greci sono chiamati ad esprimersi in un referendum sul piano di riforme proposto dai creditori del paese. Il premier Tsipras e il ministro delle Finanze Varoufakis sostengono il 'no' e ripetono che un risultato di questo tipo non rappresenterebbe una rottura della trattativa con l'Europa; ma sono invece in molti, sia tra i leader europei sia tra gli analisti, a sostenere che la vittoria del 'no' aprirebbe inesorabilmente la strada all'uscita di Atene dall'euro.

Un nuovo sondaggio, condotto da Alco e pubblicato stamane sul giornale Ethnos, dà il 'sì' in lieve vantaggio (44,8% contro 43,4%).

"Siamo alla finestra, ma sui tassi del monetario non vedo grossi movimenti per la settimana prossima, anche in caso di ulteriori sviluppi negativi in Grecia" prosegue il tesoriere. "D'altra parte come si vede oggi il brevissimo rimane stabile in negativo: segno che non c'è una corsa ad accaparrarsi liquidità in via precauzionale per un'eventuale riapertura di lunedì dopo una vittoria del no".   Continua...