Vivendi, ingresso in Telecom grande azzardo opportunistico - Bernstein

venerdì 26 giugno 2015 12:01
 

MILANO, 26 giugno (Reuters) - L'ingresso di Vivendi in Telecom Italia è da leggere in chiave opportunistica più che strategica ed è "un azzardo più grande di quanto non appaia alla maggioranza degli investitori".

Ne è convinto Bernstein Research, secondo cui estrarre valore dall'incumbent italiano, ad esempio attraverso la cessione delle attività brasiliane o lo sviluppo della banda larga coinvolgendo Mediaset o Sky, è tutt'altro che semplice.

"Continuiamo a non vedere una logica industriale in un ritorno nel business delle tlc, soprattutto se l'obiettivo strategico di Vivendi è diventare una media company pura", dice il broker in uno studio intitolato Casino Royal che ricorda le cessioni di Maroc Telecom, Sfr, Gvt. Il recente incremento dall'8,3% al 14,9% dei diritti di voto della società italiana ha lo scopo di ottenere posti in consiglio in modo da spingerlo verso azioni che creino valore, "una mossa frequente nella storia finanziaria di Bolloré", scrive Bernstein che non esclude ulteriori arrotondamenti finalizzati a dare al gruppo un peso adeguato nel board.

Secondo il broker, la quota Telecom ottenuta con il deal GVT è stata acquisita a un prezzo implicito di 0,91 euro per azione mentre i recenti acquisti sono stati eseguiti a un prezzo medio di 1,11 euro, con una plusvalenza inespressa di 62 milioni.

Le due vie più logiche per estrarre valore sono la cessione di Tim Brasil e sviluppare la fibra ottica se accompagnata da contenuti Tv pregiati; di qui la necessità di una integrazione di Telecom con Mediaset Premium e/o Sky. Entrambe le opzioni non sono però di facile realizzazione, avverte lo studio: la prima a causa di una storica opposizione della politica, la seconda perché alla fine Mediaset e Sky potrebbero decidere di fondere per conto loro le attività pay in Italia.

"Ribadiamo la nostra preferenza per una crescita della società nel settore media e, in assenza di opportunità, per la distribuzione della cassa agli azionisti. Sfortunatamente, per ora, Vivendi appare un'estensione del portofoglio finanziario di Bollorè", conclude il report.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia