UnipolSai, Fusi punta a bloccare fusione Atahotels-Una Hotels - fonte

giovedì 25 giugno 2015 14:52
 

FIRENZE, 25 giugno (Reuters) - I legali della famiglia Fusi hanno depositato alla sezione imprese del Tribunale di Firenze la richiesta di sequestro giudiziario delle azioni de Il Forte Spa con l'obiettivo di bloccare la vendita di Una Hotels a Atahotels, del gruppo UnipolSai prima che si sia perfezionata.

Lo riferisce una fonte legale, spiegando che la richiesta di sequestro serve per "salvaguardare la ragione di credito dei genitori e della sorella di Riccardo Fusi", l'imprenditore fiorentino alla guida dell'impresa di costruzioni Btp entrata in difficoltà a partire dal 2008 e coinvolta anche nell'inchiesta sulle Grandi Opere.

Nessun commento da parte di UnipolSai.

Secondo i familiari di Fusi la società Il Forte, che controllava Una Hotels e secondo la fonte "era la cassaforte immobiliare della famiglia, vale 675 milioni di euro, mentre apprendiamo che Unipol pagherebbe solo 290 milioni per la catena alberghiera Una. In questo modo ai titolari della ragione di credito rimarrebbe ben poco".

Riccardo Fusi deteneva il 45% de Il Forte, mentre il 55% era in mano ai genitori e alla sorella.

Nel 2010, per costruire l'accordo di ristrutturazione del gruppo Btp le banche chiesero e ottennero il consolidamento di tutti gli asset della famiglia in un unico veicolo. Anche il 55% delle azioni de Il Forte in mano ai familiari venne quindi ceduto a Immobiliare Ferrucci, controllata al 100% da Fenice Holding, la newco partecipata dalle banche (Mps Unicredit, Popolare di Vicenza, Bpm e Unipol Banca, oltre ad altri istituti con posizioni minori).

"L'accordo di ritrutturazione però fallì, perché il Tribunale di Prato commissariò il gruppo", spiega ancora la fonte. "Il 55% de Il Forte in mano ai familiari di Riccardo Fusi fu di fatto ceduto inutilmente e perciò adesso ne chiediamo il pagamento, prima del passaggio a Unipol".

La prossima udienza è fissata per l'8 luglio.

Lo scorso fine maggio il gruppo assicurativo, attraverso le controllate Atahotels e UnipolSai Investimenti Sgr, ha sottoscritto un accordo da quasi 287 milioni per l'acquisizione della gestione dell'attività alberghiera di Una e del suo portafoglio immobiliare a destinazione alberghiera, con l'obiettivo di fondere le due realtà per creare un grande polo alberghiero italiano.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia