BREAKINGVIEWS-Fiat Chrysler, il sogno del lusso con Alfa e le difficoltà strategiche

giovedì 25 giugno 2015 13:49
 

* L'autore è un columnist Breakingviews, le opinioni espresse sono le sue

di di Olaf Storbeck

LONDRA, 25 giugno (Reuters Breakingviews) - Sergio Marchionne spera che la nuova Alfa Romeo Giulia, presentata ieri, sia il primo passo per riuscire a competere con Audi , Bmw e Daimler.

La macchina rossa, sviluppata sotto l'egida degli ingegneri Ferrari, è un veicolo davvero impressionante. Ma evidenzia anche i limiti della strategia di Fiat Chrysler (Fca) : l'azienda probabilmente non ha abbastanza benzina nel serbatoio per competere con i suoi rivali tedeschi.

Allo stato attuale, la Giulia, che dovrebbe arrivare ai concessionari in circa sei mesi, ha lo scopo di sfidare i veicoli di medie dimensioni come la classe C di Mercedes.

Altri sette nuovi modelli Alfa sono previsti nei prossimi tre anni e mezzo.

Ford, che sta cercando di entrare nel segmento premium Usa con il marchio Lincoln, calcola che i veicoli di lusso costituiscono non più del 10% delle vendite, ma circa un terzo degli utili.

Sfruttare il passato di Alfa è una strategia intelligente, ma certo non una strada facile.

La Giulia è la prima nuova berlina del marchio in un decennio. La divisione attualmente genera meno del 2% delle vendite del gruppo, ma assorbirà un decimo dei 9,5 miliardi di euro annui di investimenti. E la sua rete di rivenditori è fragile, soprattutto al di fuori dell'Europa.   Continua...