Svizzera, Banca centrale pronta ad azione contro franco forte - Jordan

giovedì 25 giugno 2015 10:30
 

LOSANNA, 25 giugno (Reuters) - Il franco svizzero è decisamente sopravvalutato e la Banca centrale continuerà a mantenere un tetto sulla divisa intervenendo sui mercati valutari e mantenendo tassi di interesse negativi nei benchmark.

Lo ha detto il governatore della banca centrale elvetica.

Il franco deve affrontare pressioni rialziste a causa della politica monetaria espansiva della zona euro, dove la crisi del debito greco è entrata in una fase decisiva che potrebbe concludersi con l'uscita del Paese dalla zona euro.

Se non si dovesse giungere a un accordo molto probabilmente ci sarà un ampio ricorso a beni rifugio tra cui la valuta svizzera il che costringerà la Banca centrale elvetica ad intervenire.

"L'economia globale è in uno stato permamente di crisi da quasi otto anni", ha detto il presidente dell'istituto centrale Thomas Jordan, in un discorso a Losanna. "La pressione sul franco è lo specchio di questa situazione".

"Il franco è decisamente sopravvalutato. La nostra attuale politica monetaria è orientata a questa situazione", ha detto Jordan.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia