BORSA USA estende perdite, mercato nervoso su Grecia

mercoledì 24 giugno 2015 19:53
 

NEW YORK, 24 giugno (Reuters) - L'azionario Usa scende ai minimi di seduta sulle continue incertezze per l'esito dei negoziati tra la Grecia e i creditori internazionali.

I creditori hanno infatti chiesto ad Atene decisi cambiamenti alle proposte del primo ministro Alexis Tsipras in tema di tasse e riforme, aggiungendo nuovi dubbi sui colloqui volti a sbloccare gli aiuti per evitare un default la settimana prossima.

Secondo il ministro delle Finanze del belgio un accordo non può essere raggiunto stasera nell'ambito dell'Eurogruppo, e rimanda ogni possibilità di intesa a domani, quando inizierà il vertice dei leader della zona euro.

"Il mercato statunitense sta risentendo della debolezza in Europa", commenta John Canally, capo strategist a Lpl Financial a Boston.

"La situazione potrebbe determinare un precedente per altri Paesi che vogliono lasciare la zona euro e questo crea qualche incertezza che ai mercati non piace", aggiunge.

Intanto, sul fronte interno, il dipartimento del Commercio Usa ha rivisto a -0,2% la contrazione del Pil del primo trimestre rispetto alla lettura preliminare di -0,7%.

I dati macro Usa sono sotto i riflettori per i segnali che possono fornire in merito alle tempistiche per il rialzo dei tassi da parte della Fed. La Banca centrale Usa ha detto che interverrà sul costo del denaro solamente quando vedrà un rimbalzo sostenuto dell'economia.

Alle 19,40 italiane il Dow Jones cede lo 0,84%, l'S&P 500 lo 0,65%, il Nasdaq lo 0,68%.

Tra i singoli titoli, Monsanto perde il 5% dopo l'annuncio che punta ancora ad acquisire la rivale svizzera Syngenta.   Continua...