Grecia e creditori ancora distanti su pensioni, Iva, tassazione aziende

mercoledì 24 giugno 2015 11:48
 

BRUXELLES, 24 giugno (Reuters) - La Grecia e i creditori internazionali sono ancora in disaccordo sulle riforme del sistema pensionistico, dell'Iva e della tassazione delle aziende e ieri non ci sono stati molti progressi nelle trattative, secondo quanto riferito da funzionari Ue.

I numeri uno di Commissione europea, Eurogruppo, Fondo monetario internazionale, Esm e Bce si incontrano sul tema Grecia a mezzogiorno a Bruxelles e saranno poi raggiunti un'ora dopo dal premier ellenico Alexis Tsipras.

La riunione deve contribuire a trovare un'intesa con Atene che permetta alla Grecia di evitare un default sul debito con il Fmi in cambio di riforme che rendano più efficiente l'economia del paese. Trattative intense sono in corso fin da ieri.

"Le posizioni prima dell'incontro con Tsipras sono ancora lontane su molti punti", ha detto un funzionario vicino alle trattative, citando pensioni, Iva e tassazione per le aziende. "Ieri non ci sono stati molti progressi".

La ristrutturazione del debito, richiesta chiave della Grecia in cambio di riforme, non è in discussione al momento perché non rientra nell'attuale accordo di bailout con Atene, ha detto il funzionario.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia