Rai, togliere tetto affollamento pubblicità grande danno a mercato-Cairo

martedì 28 aprile 2015 14:20
 

MILANO, 28 aprile (Reuters) - Se con la riforma in programma si arrivasse ad abolire l'attuale tetto di affollamento pubblicitario della Rai, anche a fronte di un canale su tre senza spot, l'intero mercato editoriale ne sarebbe gravemente danneggiato.

Lo ha detto il presidente di Cairo Communication Urbano Cairo al termine dell'assemblea di bilancio.

"Ho molta fiducia in Renzi, spero non ci deluda aumentando l'affollamento pubblicitario della Rai, che già gode del vantaggio del canone e ha per di più politiche commerciali piuttosto aggressive", ha dichiarato l'imprenditore che nel 2013 ha rilevato dal gruppo Telecom i canali Tv La7 e La7D.

Se questo accadesse, ha proseguito, "crerebbe difficoltà incredibili a tutto il mondo dell'editoria italiana, della Tv ma anche, a cascata, della stampa. In Italia gli spazi pubbliciari costano già molto meno che nel resto d'Europa, anche a causa dei prezzi che fa la Rai".

In Germania, Francia, Gran Bretagna, ha ricordato, le tv pubbliche non hanno pubblicità o hanno dei limiti importanti. Andare in questa direzione "sarebbe andare contro la modernità".

(Claudia Cristoferi)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia