Premafin, processo aggiornato a dicembre.UnipolSai esclusa come responsabile civile

martedì 28 aprile 2015 13:52
 

MILANO, 28 aprile (Reuters) - Il processo in corso a Milano a carico di Salvatore Ligresti e di altre due persone, nell'ambito dell'inchiesta sulla presunta manipolazione del prezzo delle azioni Premafin da parte di società estere ricollegate all'ex-patron di Fonsai, è stato sospeso fino al primo dicembre in attesa che la Corte costituzionale si esprima sul doppio binario delle sanzioni per i reati finanziari.

Lo riferiscono fonti legali.

Nel gennaio scorso, la Cassazione ha chiesto alla Consulta di stabilire se il doppio binario delle sanzioni tributarie e finanziarie sia costituzionalmente illegittimo, per contrasto con la Convenzione europea per i diritti dell'uomo che vieta il secondo giudizio per gli stessi fatti.

Lo scorso anno, la difesa di Ligresti aveva chiesto l'interruzione del processo con invio degli atti alla Consulta perché l'ex-patron di Premafin e Fondiaria Sai è già stato sottoposto a sanzione amministrativa dalla Consob.

Intanto, UnipolSai è stata esclusa dai giudici -- così come richiesto dai legali della società -- come responsabile civile. Nell'ottobre scorso il gruppo era stato inserito come responsabile civile all'interno di un processo, cosa che in caso di condanna avrebbe implicato la chiamata a risarcire le parti civili.

L'accusa ipotizza il reato di manipolazione del mercato per operazioni effettuate tra il novembre 2009 e il settembre 2010, ritenute finalizzate a tenere alto il prezzo dei titoli di Premafin -- all'epoca quotata in borsa -- che ora è passata sotto Unipolsai. Le parti hanno sempre respinto gli addebiti.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia