Ipo, Lu-Ve con Isi arriva a Piazza Affari per M&A, obiettivo Mta a breve

mercoledì 1 aprile 2015 15:23
 

MILANO, 1 aprile (Reuters) - Finanziare la crescita per linee esterne. E' questa la principale finalità della business combination fra Industrial Stars of Italy (Isi) e Lu-Ve Group, che porterà a Piazza Affari l'azienda attiva nella produzione di impianti per la refrigerazione e il condizionamento.

L'operazione è stata presentata oggi alla comunità finanziaria.

La spac Isi ha raccolto 50 milioni di euro. Il prossimo 28 aprile si riunirà l'assemblea degli azionisti per deliberare sull'integrazione con Lu-Ve. La conclusione dell'operazione è prevista entro la prima metà di luglio.

Lu-Ve, ha spiegato Attilio Arietti, AD di Isi, "avrà una breve permanenza sull'Aim: l'obiettivo è il passaggio al Mta".

Lu-Ve, che ha sede ad Uboldo (Varese), ha chiuso il 2014 con un fatturato consolidato di 212 milioni e un Ebitda di 30,9 milioni. Attualmente l'azienda fa capo alla famiglia Liberali (74%), con la famiglia Faggioli al 24%. Al termine della fusione, a seconda della quantità di recessi, l'azionariato vedrà i Liberali con una quota compresa tra il 53,7 e il 58,2% e i Faggioli con il 18,9-20,4%, mentre al mercato andrà una quota del 21,4-27,4%. La capitalizzazione teorica sarà pari a 194,9 milioni. Tutte le risorse di Isi saranno destinate ad un aumento di capitale.

Secondo quanto indicato dal management, Lu-Ve punterà ad acquisire società attive nello stesso business nelle Americhe, nei paesi emergenti e in Europa. Possibili anche acquisizioni di realtà proprietarie di tecnologie e prodotti complementari.

Interpellato a margine dell'evento, Arietti ha detto a Reuters che lui e Giovanni Cavallini, promotori di Isi, hanno "già in mente un nuovo veicolo, che pensiamo di lanciare entro la fine dell'anno. Magari sarà un po' più grande di Isi, ma dobbiamo ancora definire le forme tecniche".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia