Mps, Ubs risale al 3,4% dal 2,5%, torna su livelli fine ottobre

mercoledì 1 aprile 2015 15:33
 

ROMA, 1 aprile (Reuters) - La banca svizzera Ubs ha alzato la sua partecipazione in Banca Mps al 3,4% lo scorso 24 marzo dalla precedente quota appena sotto il 2,5%, riportandosi sui livelli che aveva alla fine dello scorso ottobre.

Il dato emerge dalle comunicazioni Consob sulle partecipazioni rilevanti, in cui si specifica che il 2,78% della quota è senza diritti di voto. Nella precedente comunicazione del 2 marzo Ubs risultava avere una quota del 2,495% di cui 1,331% senza voto.

La banca aveva ridotto a fine febbraio fino all'1,2% la sua quota che invece era al livello attuale del 3,4% alla fine dello scorso ottobre, quando Banca Mps ha avuto il risultato dell'esercizio Bce con la comunicazione di uno shortfall da 2,1 miliardi di euro.

La Banca ha in programma un aumento da 3 miliardi, per coprire il nuovo target di capitale della Bce e ripagare i residui aiuti di Stato, prima di avviare l'annunciato consolidamente che potrebbe portare a una vendita o a una fusione della terza banca italiana.

Ubs, che ha già guidato il consorzio delle banche nell'aumento Mps da 5 miliardi della scorsa estate, è ancora leader del consorzio della prossima operazione.

Alle 15,30 Mps quota in rialzo dello 0,73% a 0,6225.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia