RPT-BREAKINGVIEWS - Yoox e Net-a-porter, combinazione vincente

martedì 31 marzo 2015 17:16
 

di Carol Ryan

LONDRA, 31 marzo (Reuters Breakingviews) - Yoox e Net-a-Porter mettono a segno una combinazione vincente. Il venditore online italiano di beni di lusso ha concordato un merger in carta da 3 miliardi di euro con il rivale, controllato interamente dalla multinazionale svizzera del lusso Richemont . La nuova società avrà un mix geografico vicente, un brand fortissimo e il ricco proprietario di Cartier presente nell'azionariato.

Il deal dovrebbe produrre 60 milioni di euro di sinergie annue dal terzo anno. Fattore molto importante: Yoox ha annunciato un utile operativo di soli 23 milioni nel 2014 mentre Citi stima che Net, che non pubblica i suoi risultati, sia stata di poco in utile. Mettersi assieme ha senso in un settore destinato a diventare sempre più competitivo. Le dimensioni contano di fronte a Amazon che pensa a un ingresso nel settore.

Richemont ha fatto bene. Ha comprato Net-a-Porter cinque anni fa per 392 milioni. La socieà ora vale circa 1,45 miliardi di euro, valore in linea alla capitalizzazione di mercato di Yoox dopo un rialzo del 10% oggi sulla scia dell'annuncio.

Il gruppo svizzero ottiene metà del capitale della nuova società, ma ha concordato di tenere solo un quarto dei diritti di voto per non mettere a rischio le redditizie joint venture della società italiana con gli arci rivali di Richemont, LVMH e Kering. Un quarto dei ricavi di Yoox deriva dalla fornitura di tecnologia per siti dei brand del lusso.

Le vendite online contano oggi per non oltre 10% degli acquisti del settore. Le stime di crescita sono alte, ma marche molto note come Celine (LVMH) continuano a ignorare lo strumento.

I maggiori rivali della nuova società potrebbero essere proprio i brand del lusso, particolarmente se il loro crescente desiderio di controllare le vendite nei negozi si estenderà all' online. Al momento alcuni dei marchi più prestigiosi del lusso, come Hermes, Brunello Cucinelli e Chanel, spiccano per la loro assenza su Net-a-Porter e Yoox.

Il modello di business non è pienamente collaudato. Il fondatore di Yoox Federico Marchetti pone il tasso di ritorno del gruppo nella regione del 30% e Net ha passato più di metà dei suoi 15 anni di vita in rosso. Ma mettersi assieme dà alle due società la miglior chance di successo.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia