March 31, 2015 / 10:44 AM / 2 years ago

PUNTO 4-Rcs, Cairo salito al 4,6%, presentata sua lista per rinnovo Cda

4 IN. DI LETTURA

(Aggiunge dichiarazione Bazoli)

MILANO, 31 marzo (Reuters) - Alla fine Urbano Cairo ha rotto gli indugi e ha presentato una propria lista per il rinnovo del Cda di Rcs dopo aver di fatto contestato quella di maggioranza.

Lo dice una nota che conferma quanto anticipato in mattinata da due fonti. Ieri a mezzanotte scadeva il termine per il deposito delle liste che saranno votate dai soci il 23 aprile.

Cairo, salito dal 3% al 4,6% della società editoriale, concorrerà con Assogestioni per i tre posti (su nove) riservati alle minoranze. Il commercialista Stefano Simontacchi (managing partner dello studio Bonelli Erede Pappalardo), Marco Pompignoli e Stefania Petruccioli i nomi indicati nella lista.

Gli investitori istituzionali (Anima, Arca, Eurizon, Kairos Partners Sgr, Mediolanum e Pioneer, in rappresentanza di oltre il 3,2% del capitale) hanno scelto invece Dario Frigerio, Paolo Colonna e Nella Ciuccarelli.

Venerdì scorso intanto, grazie al lavoro di mediazione di Mediobanca, è stato raggiunto un accordo tra Fiat Chrysler e lo storico 'nemico' Diego Della Valle per presentare una lista comune cui hanno aderito anche Pirelli e Intesa Sanpaolo. La lista rappresenta dunque il 38,5% del capitale, cui dovrebbe affiancarsi, secondo una fonte, anche Unipol (4,6%). Prevede la conferma dell'AD Pietro Scott Jovane e della consigliera Teresa Cremisi, la nomina di Maurizio Costa alla presidenza, l'ingresso di Laura Cioli, Tom Mockridge e Gerardo Braggiotti (contestato dal Cdr del Corriere per il suo ruolo di advisor nell'onerosa acquisizione di Recoletos nel 2007).

"Per noi era molto importante una lista di qualità, omogenea e indipendente. Quello di Mediobanca è stato buon lavoro a cui abbiamo aderito venerdì in modo costruttivo", ha commentato questa mattina il presidente FCA John Elkann da Torino.

Cairo ha contestato invece il compromesso che ha portato alla scelta di Costa per bilanciare la conferma di Jovane e resta così "all'opposizione", ruolo occupato un tempo, anche con toni veementi, da Diego Della Valle.

Rimane da capire come voterà la famiglia Rotelli (2,74%), che non ha nascosto le sue perplessità sull'attuale gestione.

Ancora da sciogliere, infine, il nodo del direttore del Corriere che sarà deciso dal (prossimo) Cda e non dagli azionisti, ha sottolineato oggi Elkann. Una precisazione che arriva dopo l'ipotesi, paventata da Repubblica, di Opa obbligatoria se dovesse emergere un accordo tra i soci sul successore di Ferruccio de Bortoli oltre a quello sulla lista dei consiglieri.

In serata è stato il presidente del CdS di Intesa Sanpaolo Giovanni Bazoli ha fare chiarezza definitiva sul tema. "E' evidente che non c'è nessuna decisione e nessuna intesa tra gli azionisti che si sono trovati riuniti nel formare questa lista di maggioranza, né sul nuovo piano industriale, né per quanto riguarda il direttore", ha detto a margine di una presentazione a Milano.

hanno collaborato Gianni Montani, Gianluca Semeraro

(Claudia Cristoferi)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below