PUNTO 1-Generali, Bsi sistema contenzioso Usa, no impatti su bilancio 2015

lunedì 30 marzo 2015 19:09
 

(Aggiunge dettagli e background)

MILANO, 30 marzo (Reuters) - Generali ha risolto il contenzioso fiscale con le autorità Usa riguardante l'attività di Bsi senza ulteriori impatti sul bilancio 2015 e compie un passo avanti importante nella cessione della società di private banking svizzera a Banco Btg Pactual.

E' stato, infatti, raggiunto un accordo, denominato non-prosecution agreement, tra Bsi e il dipartimento di Giustizia Usa per risolvere le pendenze legate all'attività di private banking svolta per la clientela statunitense che comporterà per la società svizzera il pagamento di 211 milioni di dollari.

La somma dovuta da Bsi è in linea con quanto previsto nel bilancio 2014 di Generali e quindi non sono attesi "ulteriori impatti materiali" sui conti del gruppo triestino per il 2015, dice una nota.

Nel quarto trimestre del 2014, infatti, Generali ha effettuato un accantonamento in bilancio in previsione della multa che Bsi sarebbe stata chiamata a pagare.

La sottoscrizione dell'accordo rappresenta "un passo importante" nel processo di vendita di Bsi a Banco Btg Pactual che sarà completato una volta ricevute le autorizzazioni regolamentari.

Come dichiarato dal Cfo Alberto Minali il 12 marzo in un briefing sui conti 2014, la cessione di Bsi dovrebbe chiudersi entro il primo semestre 2015.

Generali ha chiuso la cessione di Bsi a Banco Btg Pactual lo scorso luglio per 1,5 miliardi di franchi svizzeri (1,24 miliardi di euro). A fronte dell'operazione la compagnia realizza una minusvalenza intorno ai 100 milioni di euro.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia