BORSE ASIA-PACIFICO - Indici postivi, vedono nuove misure stimolo Cina

lunedì 30 marzo 2015 08:39
 

INDICE                          ORE 8,30    VAR %   CHIUS. 2014
 MSCI ASIA-PAC.                      484,88   +0,51       467,23
 TOKYO                            19.411,40   +0,65    17.450,77
 HONG KONG                        24.231,32   +1,84    23.605,04
 SINGAPORE                         3.450,28   +0,01     3.365,15
 TAIWAN                            9.521,87   +0,19     9.307,26
 SEUL                              2.030,04   +0,51     1.915,59
 SHANGHAI COMP                     3.784,31   +2,52     3.234,68
 SYDNEY                            5.846,10   -1,25     5.411,02
 MUMBAI                           27.703,73   +0,89    27.499,42
    30 marzo (Reuters) - Le borse dell'area Asia-Pacifico sono
in rialzo, trascinate dalle piazze cinesi che beneficiano delle
aspettative di nuovi stimoli per la spesa in infrastrutture.
    I prezzi del petrolio sono scesi ulteriormente dopo che
l'Iran e il gruppo dei mediatori hanno cercato di trovare
un'intesa sul nucleare, che potrebbe portare ad un aumento
dell'offerta petrolifera se le sanzioni contro Teheran saranno
revocate.
    La presidente di Federal Reserve Janet Yellen ha riaffermato
venerdì scorso che i tassi Usa potrebbero aumentare nella
seconda parte dell'anno, sottolineando però anche che le
restrizioni di politica monetaria dovrebbero essere graduali e
sensibili ai dati macro.  
    Intorno alle 8,30 italiane l'indice Msci dell'area
Asia-Pacifico, che non comprende Tokyo, sale
dello 0,50%.
    HONG KONG è in forte crescita dopo che Pechino ha svelato un
ambizioso piano di moderna Via della seta che la colleghi a
Europa e Africa. A contribuire al rialzo anche la decisione
dell'ente regolatore di borsa di permettere ai fondi
continentali di investire ad Hong Kong via Shanghai-Hong Kong
Stock Connect. Prada in leggero calo dopo i risultati.
    SHANGHAI è in deciso rialzo anche per i commenti del
governatore della banca centrale Zhou Xiaochuan che ha
rafforzato le aspettative di un nuovo allentamento monetario a
sostegno dell'economia in frenata.
    SINGAPORE piatta, con gli invetitori cauti in attesa della
stagione dei risultati del primo trimestre in arrivo tra meno di
due settimane. 
    SEUL ha chiuso in rialzo, beneficiando degli acquisti netti
dall'estero, dopo le ultime due sedute segnate dalle vendite.
Hanno pesato il basso prezzo del greggio e i bassi tassi di
interesse, come ha detto un analista a Meritz Securities.
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia