BORSE ASIA-PACIFICO - In lieve calo, Singapore e Sydney in controtrend

venerdì 27 marzo 2015 08:44
 

INDICE                          ORE 8,30    VAR %   CHIUS. 2014
 MSCI ASIA-PAC.                      482,44   -0,21       467,23
 TOKYO                            19.285,63   -0,95    17.450,77
 HONG KONG                        24.457,54   -0,17    23.605,04
 SINGAPORE                         3.450,65   +0,55     3.365,15
 TAIWAN                            9.503,72   -1,20     9.307,26
 SEUL                              2.019,80   -0,14     1.915,59
 SHANGHAI COMP                     3.691,95   +0,27     3.234,68
 SYDNEY                           5.919,94x   +0,70     5.411,01
 MUMBAI                           27.266,62   -0,70    27.499,42
    27 marzo (Reuters) - Le borse dell'area Asia-Pacifico sono
in marginale flessione, mentre il dollaro torna a salire e le
tensioni in Medioriente offuscano l'outlook degli investimenti.
    Il greggio ha arrestato la salita con l'apprezzamento del
biglietto verde.
    In Giappone l'indice core dei prezzi al consumo è stato
piatto sull'anno in febbraio. E' la prima volta che non cresce
in quasi due anni e il dato è piuttosto deludente per il governo
che sta cercando di archiviare la lunga fase di deflazione.
    Intorno alle 8,30 italiane l'indice Msci dell'area
Asia-Pacifico, che non comprende Tokyo, scende
dello 0,21%.
    SHANGHAI ha chiuso invece in rialzo una settimana segnata da
grande volatilità. In evidenza l'immobiliare dopo le misure di
sostegno del settore decise dal governo, mentre i segnali di
allentamento dei vincoli sugli investimenti esteri hanno
migliorato il sentiment.
    HONG KONG è in lieve calo in una seduta dove l'ottimismo
sull'immobiliare e sul possibile nuovo afflusso di capitali
stranieri è stato bilanciato dai deludenti dati economici: gli
utili delle imprese industriali cinesi sono calati del 4,2% in
gennaio-febbraio. Prada segna +0,2%.
    TAIWAN è stata trascinata in territorio negativo dai
tecnologici. A guidare il ribasso sono stati MediaTek 
e il costrutture di Pc Acer. 
    In controtendenza SYDNEY, che ha chiuso in marginale rialzo,
guidata dal comparto finanziario e da quello dei prodotti di
largo consumo, mentre gli energetici hanno arrestato la loro
corsa dopo che il prezzo del petrolio si è assestato sul dollaro
più forte.
    
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia