Grecia, cassa fino a 20 aprile, vuole restituzione profitti Bce-fonte

martedì 24 marzo 2015 16:44
 

24 marzo (Reuters) - La Grecia esaurirà le disponibilità liquide entro il 20 aprile a meno che non riesca ad ottenere nuovi aiuti dai propri creditori.

Lo ha riferito a Reuters una fonte vicina alla vicenda.

La Grecia è impegnata a mettere a punto una lista di riforme da sottoporre nei prossimi giorni ai partner europei in modo da sbloccare nuovi finanziamenti. Nell'ultimo periodo, per coprire le immediate esigenze di cassa il governo ha proceduto con transazioni pronti contro termine che gli hanno permesso di prendere a prestito denaro da enti pubblici ma, come ha spiegato la fonte, su tale canale si potrà fare affidamento ancora per poche settimane.

"Sebbene sia dura, il paese può farcela senza aiuti fino a circa il 20 aprile, utilizzando prestiti a breve termine dagli enti pubblici" afferma la fonte.

In particolare, aggiunge, Atene spera che se la lista delle riforme verrà approvata dall'Eurogruppo, le possano allora essere restituiti dalla Bce circa 1,9 miliardi di euro di profitti realizzati dalla banca centrale su bond greci.

Inoltre, prosegue la fonte, Atene punta a ottenere circa 1,2 miliardi di euro rimasti inutilizzati nel fondo di bailout delle banche greche, che la zona euro si è ripresa il mese scorso.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia