Privatizzazioni, confermato obiettivo 0,7% Pil per tre anni -Morando

martedì 24 marzo 2015 14:05
 

ROMA, 24 marzo (Reuters) - A meno di un mese dalla presentazione del Documento di economia e finanza 2015, il viceministro dell'Economia Enrico Morando ha ribadito oggi l'obiettivo del governo di proseguire nella vendita di quote di società in mano pubblica per ricavare somme pari allo 0,7% del Pil all'anno per tre anni, contribuendo per questa via ad abbattere il debito pubblico come richiedono le regole Ue.

"Abbiamo un obiettivo fissato nel Def in modo molto chiaro, 0,7% del prodotto per tre anni da privatizzazioni", ha risposto Morando ai giornalisti che gli chiedevano se ci fossero aggiornamenti sui dossier di vendita, in particolare quello di Fs.

Il governo ha già annunciato privatizzazioni per circa 10 miliardi di euro entro il 2015, tra cui il 40% di Poste, il 49% di Enav e probabilmente una quota vicina al 40% di Fs.

"Sviluppiamo un piano che deve avere le sue tappe anche attraverso operazioni, come quelle in corso, di rafforzamento delle società interessate da operazioni di privatizzazione, perché vogliamo andare sul mercato nelle condizioni migliori. Non abbiamo cani famelici alle calcagna che ci dicono: vendi domani mattina sennò ti mordiamo".

"Ma il piano va realizzato perché ci deve aiutare a rispettare meglio per il 2016 la regola del debito", ha aggiunto il viceministro.

"Quello che stiamo facendo è piuttosto chiaro: stiamo dando modo al management delle società di rafforzare la struttura in modo che quando si andrà sul mercato si cercherà di realizzare il maggiore valore", ha concluso Morando.

(Roberto Landucci)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia