Borse, per Jp Morgan Piazza Affari inizierà a battere il Dax

lunedì 23 marzo 2015 14:23
 

MILANO, 23 marzo (Reuters) - Il forte apprezzamento del dollaro ha aiutato l'azionario europeo ma adesso l'eventuale proseguimento del trend del biglietto verde rappresenta una minaccia per l'equity , rimescolando le carte rispetto ai maggiori beneficiari.

Il focus si sposterà infatti dai settori maggiormente legati all'export, come auto e lusso, alle società con una forte leadership sul mercato domestico e, in questo contesto, i mercati europei periferici come l'Italia potranno sovraperformare il Dax tedesco.

E' quanto emerge dell'equity strategy di JP Morgan.

"Gli esportatori non sembrano più prezzati in modo attraente e potrebbero perdere il sostegno del forex", dice l'investment bank Usa sottolineando che il comparto auto, protagonista di forti rialzi quest'anno per effetto dei ribassi dell'euro e dei prezzi del petrolio, soffrirà di realizzi.

L'altro settore al centro di un forte rally dallo scorso ottobre sulla scia dei movimenti dell'euro è il lusso, che Jp Morgan taglia a "neutral" da "overwight".

Al contrario i titoli di business legati alle materie prime, e in particolare i petroliferi, dovrebbero iniziare a comportarsi meglio, visto i valori raggiunti e considerato che i tagli delle stime sugli utili hanno incorporato in modo eccessivo il calo dei prezzi del greggio.

Quanto ai mercati, il Qe della Bce porterà inoltre un miglioramento delle condizioni di credito nella periferia e c'è ancora spazio per un ulteriore restringimento degli spread. "Questo implica che da qui in avanti l'azionario periferico dovrebbe sovraperformare", dice Jp Morgan.

I titoli italiani inseriti nel paniere 'recovery' di JP Morgan, e che pertanto dovrebbero beneficiare di una visione più 'bullish' sul mercato domestico, sono Generali, Atlantia, Mediaset, Enel, Unicredit , Telecom Italia, Prysmian Autogrill e Tod's.

"Rimaniamo 'overweight' sul paniere 'recovery' dell'Eurozona. Alcune azioni hanno già performato molto bene, ma crediamo che possano ancora beneficiare della ripresa in maniera significativa a livello operativo".   Continua...