RPT-PUNTO 3-Pirelli, opa da 7 mld guidata da ChemChina, Rosneft resta azionista

venerdì 20 marzo 2015 20:11
 

(Corregge refuso, aggiunge dettagli)

* Rosneft si dluirà con altri soci italiani Camfin

* Operazione potrebbe accelerare, questa sera raffica di cda

* Dopo eventuale delisting, possibile nuova quotazione in 3/4 anni

* Tronchetti alla guida del gruppo per altri 5 anni

di Paola Arosio

MILANO, 20 marzo (Reuters) - Camfin e i suoi azionisti trattano il riassetto di Pirelli che prevede un'opa totalitaria da oltre 7 miliardi di euro con China National Chemical Corporation socio di riferimento.

I dettagli dell'operazione, che dovrebbe vedere la luce in una serie di cda in programma stasera, dopo uno scarno comunicato sono emersi da alcune fonti vicine al dossier, mentre nessun commento viene da China National Chemical Corporation e dagli altri protagonisti.

Il deal dovrebbe consentire ai soci Camfin, che al 31 dicembre 2013 aveva un debito di 380 milioni oltre al 26,1% di Pirelli, di monetizzare plusvalenze pur restando nella società. Anche Rosneft, la cui quota in Camfin viene valorizzata poco meno di 1 miliardo di euro, per il momento non esce dal gruppo della Bicocca, nonostante un debito multimiliardario (in dollari) che aveva fatto pensare a una ritirata del colosso russo.   Continua...