Grecia non dovrà completare bailout, rassicurazioni da Merkel-Tsipras

venerdì 20 marzo 2015 16:20
 

BRUXELLES, 20 marzo (Reuters) - La Grecia ha ricevuto rassicurazioni dal cancelliere tedesco Angela Makel sul fatto che non dovrà realizzare le misure concordate dal precedente governo nell'ambito del programma di bailout del paese.

Lo ha detto il premier greco Alexis Tsipras, al termine della riunione del Consiglio europeo a Bruxelles.

Tsipras ha spiegato che il suo governo rispetterà in pieno l'accordo raggiunto con i partner europei lo scorso 20 febbraio, che richiede alla Grecia di realizzare nuove riforme, ma non di completare la revisione finale del piano di bailout iniziata dal precedente esecutivo, per poter ottenere nuovi finanziamenti.

"Diamo tutti la stessa lettura dell'accordo del 20 febbraio... non c'è in ballo nessuna quinta review. La Grecia non è obbligata ad adottare misure recessive" ha dichiarato Tsipras in conferenza stampa.

Il premier greco non ha voluto dare indicazioni sui tempi di presentazione da parte di Atene della lista di riforme ai partner europei, necessaria per lo sblocco dei finanziamenti, sottolineando comunque che avverrà gradualmente. Il pagamento dei nuovi fondi avverrà inizialmente tramite la restituzione degli 1,9 miliardi di euro di profitti realizzati dalla Bce sui bond greci o attraverso il parziale scongelamento dei 7,2 miliardi di aiuti del piano di bailout rimasti in sospeso.

Tsipras ha poi negato che la Grecia abbia alcun problema di liquidità nel breve termine, aggiungendo che tutti i pagamenti a istituzioni e cittadini proseguiranno normalmente e che i depositi bancari sono al sicuro.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia   Continua...