Btp, lieve rialzo in chiusura settimana, calo spread a 104 pb

venerdì 20 marzo 2015 12:56
 

MILANO, 20 marzo (Reuters) - - Secondario italiano positivo,
in linea con il comparto periferico, in una seduta povera di
spunti sul fronte macro e in cui sembra tornato il sereno dopo
le pesanti correzioni viste nei giorni scorsi.
    Attorno alle 12,30 il differenziale di rendimento tra Btp e
Bund sul tratto a 10 anni scende a 104 punti base dai 106 del
finale di seduta di ieri e, in parallelo, il tasso del decennale
si porta a 1,22% dall'1,25% dell'ultima chiusura.
    "Siamo recuperando terreno in chiusura di settimana dopo la
debolezza dei giorni scorsi legata all'emissione del nuovo 15
anni e agli sviluppi sulla Grecia. Abbiamo visto prese profitto
ma oggi, come ieri, la performance è di nuovo positiva in un
contesto che non vede nulla di straordinamente fuori norma",
spiega Luca Cazzulani, strategist di UniCredit.
    A migliorare la performance del mercato, a partire da ieri,
l'andamento migliore delle attese per la terza operazione Bce
Tltro e le dichiarazioni della Federal Reserve che, al termine
della riunione del Fomc di mercoledì, ha aperto al rialzo dei
tassi con prudenza. 
    La seduta odierna conclude una settimana che ha registrato
una certa pressione sulla parte lunga ed extra-lunga della
curva, in linea con quanto visto in alcuni Paesi del comparto
periferico. Particolarmente colpito il 30 anni che nella sola
giornata di mercoledì ha lasciato sul terreno quasi 4 punti.
    Da segnalare soprattutto l'emissione del nuovo 15 anni da
parte del Tesoro martedì scorso con un ammontare - 8 miliardi
contro ordini per 16,5 miliardi - superiore alle attese del
mercato che, secondo alcuni operatori, ha contribuito alla forte
correzione dei giorni successivi.
    "La dinamica vista in questi giorni sulla parte extra-lunga
della curva italiana è strettamente legata all'emissione del
nuovo 15 anni da parte del Tesoro. L'importo è stato importante
e quindi, anche se la Bce attraverso il 'Qe' sta fornendo
supporto al mercato, il titolo deve essere riassorbito",
sintetizza Cazzulani.
    "L'andamento della parte lunga della curva italiana è stato
in linea con quello della curva spagnola", aggiunge.
    Secondo l'operatore di una banca italiana invece l'andamento
del 30 anni si può sì collegare all'emissione del nuovo 15 anni
ma anche al segmento della curva su cui si starebbero
concentrando gli acquisti della Bce.
    "Se ipotizziamo che la Bce stia comprando soprattutto titoli
lunghi ed extra-lunghi dei Paesi 'core', gli unici in grado di
offrire rendimenti positivi, e invece si stia concentrando nella
parte più a breve termine per i Paesi periferici, potremmo
spiegare la debolezza del 30 anni italiano di questa settimana",
spiega il trader aggiungendo che non è ancora chiaro su quale
tratto delle curve si concentrino gli acquisti di Francoforte.
     
 ========================= 12,45 =============================
 FUTURES BUND GIUGNO                  158,73   (+0,04)   
 FUTURES BTP GIUGNO                   141,02   (+0,32)   
 BTP 2 ANNI (MAG 17)                  101,965  (+0,048)  0,231%
 BTP 10 ANNI (DIC 24)                 111,717  (+0,289)  1,218%
 BTP 30 ANNI (SET 44)                 158,375  (+0,168)  2,097%
 ======================== SPREAD (PB)===========================
 
 ---------------------  ---------------  ----------  PRECEDENTE
                                                     
 TREASURY/BUND 10 ANNI                          177         178
 BTP/BUND 2 ANNI                                 46          50
 BTP/BUND 10 ANNI                               104         106
 minimo                                       106,1       104,2
 massimo                                      101,9       112,8
 BTP/BUND 30 ANNI                               149         150
 BTP 10/2 ANNI                                 98,7        99,1
 BTP 30/10 ANNI                                87,9        85,7
 ===============================================================

 
 Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano.
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia