Holcim, fusione con Lafarge va avanti dopo revisione termini

venerdì 20 marzo 2015 11:54
 

FRANCOFORTE/PARIGI, 20 marzo (Reuters) - Holcim Ltd e Lafarge SA hanno concordato nuovi termini finanziari e nuovi ruoli dirigenziali per salvare il progetto di dare vita al più grande gruppo mondiale del cemento dopo che la fusione è stata ad un passo dal fallimento.

Adesso l'operazione prevede lo scambio di nove azioni Holcim ogni dieci di Lafarge e che l'AD di Lafarge Bruno Lafont diventi co-presidente insieme al presidente di Holcim, Wolfgang Reitzle, invece che AD del nuovo gruppo come concordato in precedenza.

Il ruolo di Lafont è stato uno dei punti più controversi per Holcim, che ha minacciato domenica scorsa di abbandonare il deal se i termini non venivano rinegoziati. Il gruppo svizzero, secondo quanto riferito da alcune fonti, mette in dubbio la capacità del manager di riuscire a ridurre i costi di 1,4 miliardi di euro e il suo stile manageriale aggressivo.

Lafont proporrà nelle prossime settimane un AD che dovrà ricevere l'approvazione di Holcim.

Il nuovo concambio vuol dire che gli azionisti di Holcim avranno il 55,6% del nuovo gruppo invece del 53% previsto inizialmente.

Nelle scorse settimane alcuni azionisti di Holcim hanno apertamente spinto per cambiare l'accordo, ritenendolo troppo favorevole a Lafarge e sostenendo che il gruppo svizzero avrebbe fatto meglio a restare da solo. In parte per mitigare il dissenso, il nuovo gruppo distribuirà uno scrip dividend di 1 nuova azione LafargeHolcim ogni 20 azioni esistenti dopo la finalizzazione del deal. Il closing è adesso atteso a luglio e non più a giugno.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia