Carige, sul tavolo Cda aumento più corposo, ipotesi 800-900 mln - fonti

giovedì 19 marzo 2015 11:22
 

MILANO, 19 marzo (Reuters) - Il Cda di Banca Carige esaminerà oggi l'ipotesi di un aumento di capitale più corposo rispetto alle iniziali indicazioni previste nel capital plan, ma che non dovrebbe superare i 900 milioni di euro.

Lo dicono due fonti vicine alla situazione in attesa della decisione del Cda che oggi esaminerà la risposta della Bce al piano dalla banca genovese per coprire il deficit patrimoniale da 814 milioni emerso nei test europei di fine ottobre che nella stesura iniziale prevedeva una ricapitalizzazione di 650 milioni, poi ritoccata a 700 milioni.

"L'ipotesi adesso è di un importo intorno a 850 milioni", dice una fonte. Una seconda fonte indica un range tra 800 e 900 milioni di euro.

Banca Carige non commenta.

Una terza fonte sottolinea che "con l'ingresso di un'azionista forte (Malacalza) la situazione si è rasserenata rispetto a qualche mese fa" rendendo quindi più agevole un'operazione di ricapitalizzazione.

Tuttavia, aggiunge, "si tratta di trovare un punto di equilibrio tra un rafforzamento corposo che dia un segnale che la banca sta proseguendo il percorso di consolidamento e la necessità di non richiedere un eccessivo sacrificio ulteriore agli azionisti di minoranza".

Carige ha già portato a termine con successo un aumento di capitale da 800 milioni lo scorso luglio.

La decisione di incrementare l'importo della ricapitalizzazione può permettere alla banca di avere più spazio di manovra nel piano di dismissione di asset.

Oltre alle due compagnie assicurative controllate, già cedute al fondo Apollo Management per 310 milioni di euro, il capital plan prevede la cessione delle attività di credito al consumo (Creditis) e quelle di private banking (Banca Cesare Ponti).   Continua...