Svizzera, governo taglia stime crescita dopo rimozione plafond franco

giovedì 19 marzo 2015 09:26
 

ZURIGO, 19 marzo (Reuters) - Il governo svizzero ha rivisto al ribasso le previsioni di crescita per il 2015 e il 2016 dopo che l'istituto centrale ha eliminato il plafond sul franco, pur assicurando che non sussistono segnali di un consistente rallentamento.

"Sulla base dei dati che abbiamo ad oggi, la Svizzera potrebbe trovarsi ad avere a che fare con un rallentamento economico temporaneo", si legge in una nota a cura degli economisti della Segreteria di Stato per gli affari economici.

"Tuttavia, nell'attuale situazione non ci sono segnali di una netta contrazione, con un marcato calo dell'attività economica e un altrettanto significativo rialzo della disoccupazione".

Secondo le nuove previsioni, l'economia è vista in crescita dello 0,9% nel 2015 e dell'1,8% nel 2016.

Prima della rimozione del plafond, le stime erano per un +2,1% quest'anno e per un +2,4% il prossimo anno.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia ictions. (Full Story) It forecast consumer prices would fall 1.0 percent this year before rising 0.3 percent in 2016. The forecasts come shortly before Switzerland's central bank convenes for its first regular monetary policy meeting since abandoning the franc cap in January and allowing the currency to float freely. (Full Story)