Borsa Milano chiude in calo su realizzi, giù banche, Fca, Finmeccanica

mercoledì 18 marzo 2015 18:00
 

MILANO, 18 marzo (Reuters) - Piazza Affari chiude in calo confermando la fase di ritracciamento dopo il rally da inizio anno e i nuovi massimi registrati nella seduta di lunedi. Pesano le prese di profitto che si concentrano in particolare sui bancari e automotive.

"Non vedo altro motivo per accanirsi su titoli che hanno corso molto, se non per dei profit taking", commenta un trader che cita in particoalare Pop Milano e Finmeccanica.

Un altro trader lega il movimento degli indici con la salita dei rendimenti del Btp, consistente nelle ultime due sedute, per effetto di realizzi sui bond periferici che ha fatto scattare analoghi movimento sull'azionario.

Lo spread di rendimento tra Btp e Bund a dieci anni si è allargato a quasi 120 punti base.

La cautela sui mercati azionari europei e a Wall Street è dettata anche dall'attesa per il verdetto del comitato di politica monetaria della Fed Usa che dovrebbe chiarire se l'istituto centrale resta aperto a un primo ritocco verso l'alto dei tassi già a giugno.

L'indice FTSE Mib cede lo 0,69% così come l'Allshare. Volumi per un controvalore di 3,9 miliardi di euro. Da inizio anno il FTSE Mib ha guadagnato oltre il 18%.

Il benchmark europeo FTSEurofirst 300 sale dello 0,33%.

Tra i titoli più colpiti dai realizzi FIAT CHRYSLER chiude in discesa del 2,8% con volumi sopra la media. Il titolo ha più che raddoppiato il suo valore dall'annuncio, a fine ottobre 2014, dello spinoff di Ferrari e, nelle ultime sedute, ha beneficiato di ipotesi M&A dopo le dichiarazioni dell'AD Sergio Marchionne.

L'indice Stoxx europeo del settore automotive lascia sul terreno il 2,6% circa.   Continua...