PUNTO 3-Finmeccanica, utile netto 2014 20 milioni da 74 milioni in 2013

mercoledì 18 marzo 2015 19:06
 

(Aggiunge commenti analisti su andamento titolo)

ROMA, 18 marzo (Reuters) - Il cda di Finmeccanica ha approvato i conti per il 2014, anno che si è chiuso con un utile netto a 20 milioni dai 74 milioni del 2013, anno in cui il risultato era stato risollevato da 723 milioni frutto di partite straordinarie.

Lo si legge nella nota distribuita dalla società in cui come atteso non si fa riferimento alla distribuzione di dividendi, mentre si dice che il risultato netto ordinario è stato di 70 milioni rispetto a una perdita di 649 milioni del 2013.

Domani alle 10,00 (ora italiana) si terrà a Londra la presentazione dei risultati alla comunità finanziaria.

L'Ebita 2014 si è attestato a 1,080 miliardi a fronte di una stima di 930-980 milioni.

L'indebitamento finanziario netto del gruppo aerospaziale al 31 dicembre 2014 era di 3,962 miliardi, in linea con il 2013. Questa voce "ha beneficiato dell'incasso da Avio di gran parte delle rivenienze (239 milioni) derivanti dalla cessione da parte di quest'ultima del business motoristico, mentre ha risentito negativamente dell'andamento del cambio, con conseguente rivalutazione dell'indebitamento denominato in dollari".

Per l'anno in corso la società prevede ricavi a 12-12,5 miliardi e un Ebita a 1,080-1,130 miliardi e l'indebitamento a circa 3,4 miliardi in un mercato che si stima vivace. Il gruppo prevede "per i prossimi anni una crescita complessiva dei mercati dell'aerospazio, difesa e sicurezza (Cagr del 4% nel periodo 2014 - 2023), trainata principalmente dall'aeronautica commerciale e militare, dalla crescita della spesa per la difesa da parte delle economie emergenti e dalla domanda di sistemi di tutela da minacce asimmetriche".

Subito dopo l'annuncio dei risultati il titolo ha ridotto le perdite in borsa per poi però chiudere in calo del 2,84% a 11,29.

Secondo i trader, i risultati sono sostanzialmente in linea con le attese, anche se qualcuno cita una revisione delle guidance troppo conservativa rispetto le attese, ma a condizionare l'andamento del titolo sarebbero state soprattutto le prese di profitto, dopo un guadagno del 50% circa da inizio anno.   Continua...